Eventi

Venerdì 11 settembre, Acto incontra Sua Santità Papa Francesco.

In occasione del Congresso Internazionale di Ginecologia Oncologica tenutosi a Roma dal 10 al 12 settembre 2020, la Società Internazionale di Ginecologia Oncologia (IGCS) e l’Università Campus Biomedico hanno promosso un incontro tra le  associazioni pazienti e Sua Santità Papa Francesco.

All’udienza papale hanno partecipato  oltre 100 rappresentanti delle varie associazioni pazienti impegnate nella lotta contro i tumori ginecologici.

Per Acto erano presenti Elisa Picardo - Presidente Acto Piemonte, Silvia Simoncini - Presidente Acto Toscana, Silvia Gregory - Presidente Acto Lazio, Mirosa Magnotti- Presidente Acto Campania, Annamaria Leone - Presidente Acto Bari, Nicoletta Cerana - Presidente Acto Nazionale Elisabetta Ricotti responsabile comunicazione Acto nazionale.


Siamo qui oggi ognuno con la propria storia, ognuno con le proprie speranze a testimoniare l’impegno a prevenire, affrontare e curare i tumori ginecologici. Ognuno di noi, pazienti, medici, infermieri, familiari, studenti, specializzandi cerca forza e incoraggiamento dalle sue parole  e tutti insieme desideriamo ringraziarla per la Sua dedizione quotidiana ai malati e a coloro che soffrono - ha dichiarato in apertura Roberto Angioli, Direttore Ginecologia, professore di Ginecologia e Ostetricia e Direttore Scuola di Specializzazione in Ginecologia presso il Policlinico Universitario Campus Biomedico di Roma.

 

 

Ha quindi preso la parola il Santo Padre che ha sottolineato nel suo breve intervento il ruolo importante delle associazioni pazienti nel creare legami di solidarietà tra gli ammalati, coinvolgendo familiari e medici in una relazione di mutuo aiuto. Sottolineando il desiderio che il ruolo delle associazioni pazienti trovi un sempre più ampio riconoscimento all’interno dei sistemi sanitari, il Santo Padre ne ha incoraggiato l’impegno e l’apporto di fiducia, di speranza e di amore di cui sono portatrici “perché la vicinanza dell’amore apre le porte alla speranza e anche alle guarigioni”

 

Al termine dell’intervento il Santo Padre ha ricevuto in dono dalla presidente nazionale di Acto la targa  a ricordo di un incontro che ha lasciato un segno indelebile nel cuore di tutti.

Partner: